Tag: Dublin

Dublino – giorno 1.5

La trasferta è finita. Dublino mi piace, gli irlandesi son simpatici, il loro inglese gestibile (quasi sempre). Mi sono concesso il solito paio d’ore per comprare l’immancabile serie di magneti/palle di neve/souvenir vari atti a mantenere viva l’economia dei paesi in cui mi mandano a lavorare e garantire un’adeguata superficie alla polvere di casa.

ei-daa-aer-lingus-airbus-a330-200-at-dublin-photo-id-182159-455340

 

Advertisements

Kehoe’s Pub / Fade St. Social / Sophie’s Restaurant and Bar – Dublino – giorno 1

Per la cena siamo andati un po’ in giro per la zona “fighetta” di Dublino (si trova in D2 mi dicono).

Per aprire la serata ho finalmente messo piede in un vero pub irlandese (a detta del mio collega uno dei primi e attualmente uno dei più famosi e tipici), il Kehoe’s Pub. L’atmosfera è esattamente quella che ti aspetti di trovare in un pub. Un edificio su più piani in cui la gente si affolla per bere qualcosa o prima di andare a cena oppure per chiudere il dopo cena. Non ero mai stato in un locale di questo tipo, l’impressione è quella di entrare a casa di qualcuno. Molto divertente. Ho bevuto la mia prima Guiness del viaggio.

Kehoes-1

Per cena ci siamo spostati al Fade Street Social dove avevamo un tavolo prenotato, entrare senza prenotazione viste le dimensioni e la fama del locale direi che è impensabile. Si tratta di un tapas bar molto rinomato che offre cucina di alta qualità, fare la lista completa di quello che ci è stato portato a distanza di qualche ora e molte birre mi risulta un po’ complicato, abbiamo provato un po’ di tutti, dalle patate fritte con fonduta al carpaccio di polipo al filetto, seppioline fritte in pastella, dal filetto di tonno alla piastra al carpaccio di vitello. E’ stato il mio primo tapas bar. Esperienza molto interessante.

fade-street-social

Dopo cena siamo andati al Sophie’s Restaurant and Bar, un locale all’ultimo piano di un edificio al cui interno si trova anche un hotel che mi è stato vivamente consigliato (ottima posizione per visitare Dublino), il Dean Hotel. Da qui avete una visuale panoramica di tutta la città (è probabilmente uno dei palazzi più alti di Dublino).

216f186ba6d1a67553c77cc7851b7097_featured_v2

Abbiamo evitato invece il Temple Bar perchè a detta del mio collega “è un posto poco interessante più che altro per turisti”.

Dublino – giorno 0.5

Quando ho accettato di “dare una mano” [*] ai miei colleghi APAC per un grosso cliente australiano l’ho fatto ben consapevole che ci sarebbe stato da viaggiare. Che sarei riuscito a strappare anche un viaggetto di 2 giorni a Dublino però non me l’aspettavo.

Sono già stato a Dublino un paio di anni fa sempre per lavoro, all’epoca avevamo gli uffici in una zona diversa della città (zona che tutto sommato almeno a prima vista mi piaceva meno di questa, D2). Ora siamo a Ballsbridge (D4), sempre nel Southside (perché evidentemente ce la tiriamo un po’).

Il mio aereo è atterrato alle 21.50 ora locale e decisamente non ho avuto modo di vedere molto (anche se attraversare in taxi il Liffey e gran parte del Northside è stato interessante). Ho l’hotel a 5 minuti dagli uffici in cui dovrò lavorare, quindi spero che almeno domani sera si riesca ad organizzare qualcosa, il mio collega Pascal l’ha promesso, anche se temo che dovrò pagare io.

dublino_x653x.T0

Venerdì pomeriggio rientrerò in patria, riuscissi a portarmi dietro la famiglia in queste trasferte sarei molto più contento, vedere posti nuovi senza di loro mi toglie metà del piacere.

 

[*] prendermi carico del 50% del progetto che da “fai tutto in remoto” è diventato “la prossima settimana allora vieni a Melbourne?” – truestory.jpg